In che cosa consiste la verifica obbligatoria degli impianti di messa a terra?

Il Dpr 462/01 ha reso obbligatoria la verifica periodica dell’impianto di terra pertutti i luoghi di lavoro dotati di impianto elettrico. Questo obbligo riguarda anche gli impianti elettrici delle parti comuni dei condomini? La risposta è sì.

Infatti, il condominio è da considerarsi luogo di lavoro non solo se sono presenti lavoratori dipendenti, come ad esempio il portinaio, ma anche se lavoratori non dipendenti accedono alle parti comuni del condominio per lavori periodici, quali lo svolgimento delle pulizie, o saltuari come ad esempio attività di manutenzione.

L’impianto elettrico del condominio deve essere mantenuto a norma nel tempo e lo svolgimento delle verifiche periodiche, eseguite verifiche energetichecon periodicità biennale o quinquennale dagli enti “autorizzati” dal ministero dello Sviluppo economico, consente di garantire la sicurezza degli impianti e l’incolumità di tutti coloro che vengono chiamati, a vario titolo, a prestare la propria attività lavorativa presso il condominio.

Nel caso questi soggetti siano vittime di incidenti riconducibili a malfunzionamenti dell’impianto, a risponderne sarà il proprietario e/o l’amministratore, salvo dimostri di avere fatto il possibile per evitare l’evento (ad esempio abbia fatto effettuare le suddette verifiche periodiche).

ICMQ S.p.A.

Rispondi